Consigli per cuccioli e gattini

ARRIVA UN CUCCIOLO IN FAMIGLIA? 5 CONSIGLI PER ACCOGLIERLO AL MEGLIO

L’arrivo di un cucciolo tra le mura domestiche rappresenta un periodo di grande gioia per tutta la famiglia, soprattutto se ci sono bambini in casa. Tuttavia, oltre ad essere un momento felice, è anche una situazione delicata, che necessita molto impegno, pazienza e amore. L’inizio dello sviluppo della relazione con gli umani è infatti un momento fondamentale per il cane: sapere come comportarsi nei primi giorni dall’arrivo del piccolo amico a quattro zampe è molto importante. Ecco quindi tutti i consigli che riguardano questo magico periodo.

ARRIVA UN CUCCIOLO IN FAMIGLIA? 5 CONSIGLI PER ACCOGLIERLO AL MEGLIO
ARRIVA UN CUCCIOLO IN FAMIGLIA? 5 CONSIGLI PER ACCOGLIERLO AL MEGLIO

1. Crea per lui un ambiente sicuro e confortevole

I cuccioli, soprattutto i primi mesi, passano la maggior parte del tempo a riposare. È necessario che, durante questi momenti, vengano lasciati tranquilli e che abbiano a disposizione un ambiente confortevole, un angolo di casa solo per loro con una cuccia morbida. Vicino alla cuccia, posizionate le ciotole per l’acqua e il cibo: abituate il cucciolo fin da subito a seguire un regime alimentare sano e, per quanto riguarda la scelta degli alimenti, consultate il vostro veterinario di fiducia. 

2. Ricorda che la socializzazione è fondamentale

Riempire la casa di giochi non è sufficiente per rendere un cucciolo felice. Nella prima fase della crescita, infatti, la socializzazione è di fondamentale importanza: è consigliabile che l’animale entri in contatto con il maggior numero possibile di persone, luoghi e rumori. Il compito del padrone deve essere quello di farlo sempre sentire a proprio agio: in questo modo il piccolo amico a quattro zampe si abituerà ad incontrare persone nuove e a visitare luoghi sconosciuti. 

3. Abitualo a stare da solo

Questo è un punto molto delicato. Abituare un cucciolo alla solitudine non significa lasciarlo solo in casa per molte ore e pretendere che ci si abitui da subito. Ogni esperienza, infatti, deve essere fatta in modo graduale. Il consiglio migliore è iniziare lasciandolo solo in una stanza sicura, magari per il tempo di una doccia, e procedendo successivamente aumentando il tempo. 

4. Contatta un educatore cinofilo

Perché contattare un educatore solo in caso di problemi? Non sarebbe ideale partire con il piede giusto? Un educatore cinofilo favorirebbe non solo lo sviluppo di un buon carattere, ma vi darebbe anche tutti i consigli per addestrare il cucciolo e gli strumenti necessari per far crescere il cane nelle migliori condizioni possibili. 

5. Igiene e antiparassitari

Indipendentemente dalla razza e dalla lunghezza del pelo del cucciolo, la toelettatura è parte integrante della cura e del benessere dell’animale. Gli esperti consigliano, tuttavia, di non esagerare con la frequenza dei bagnetti: per quanto riguarda i cuccioli a pelo corto, saranno sufficienti due toelettature all’anno; mentre, per il pelo lungo, un lavaggio ogni tre mesi. Per quanto riguarda i parassiti, invece, è necessario proteggere il vostro cucciolo con un prodotto efficace. I migliori antiparassitari in commercio possono essere applicati a partire alle 8 settimane di vita e dai 2 kg di peso: non solo l’animale sarà al sicuro da pulci, zecche e pappataci, ma anche l’ambiente in cui vive sarà protetto da questi ospiti indesiderati. 

Scopri altri consigli utili sul nostro Pet Magazine!