Consigli per il cane

BAGNO IN CASA AL PROPRIO CANE: TUTTE LE RISPOSTE

Fare il bagnetto al proprio amico a quattro zampe è importante, soprattutto se il piccolo animale vive in casa. Inoltre, la cute pulita contribuisce al benessere del cagnolino. Molte persone pensano che lavare in casa il cane sia una pratica difficile, in realtà con i giusti strumenti e un po’ di pazienza, il bagnetto diventerà un momento piacevole e di interazione. Ma con quale frequenza è consigliabile procedere? E con quali prodotti? Queste sono solo alcune delle domande a cui risponderemo per rendervi dei veri e propri esperti. 

BAGNO IN CASA AL PROPRIO CANE: TUTTE LE RISPOSTE
BAGNO IN CASA AL PROPRIO CANE: TUTTE LE RISPOSTE

QUANTO SPESSO POSSO LAVARE IL MIO CANE?

Purtroppo, non esiste una risposta universale a questa domanda: dipende. Dipende, in primis, dalla tipologia di pelo che caratterizza Fido e dal suo stile di vita. Infatti, se il vostro amico a quattro zampe ha il pelo lungo avrà sicuramente bisogno di bagni più frequenti, come nel caso in cui esca spesso in passeggiata o in giardino. In generale possiamo dire che un lavaggio ogni 4-6 settimane potrebbe essere un buon compromesso, ma è anche vero che dovrete essere voi a valutare ogni situazione. Va aggiunto che esistono dei momenti in cui il cane non deve essere lavato: nei giorni successivi ad una vaccinazione o ad un trattamento antiparassitario

QUALI SONO I PRODOTTI GIUSTI PER LAVARE IL CANE?

Sembra banale, ma devono essere prodotti specifici per cani. Il perché riguarda il ph: quello della pelle umana è circa 5,5, quello della cute canina è circa 7. Questo significa che uno shampoo per uomini risulta troppo aggressivo per i cani e utilizzarlo comporterebbe rossore, irritazioni o dermatiti. Inoltre, un uso prolungato di un prodotto non ad hoc porterebbe all’indebolimento dello strato protettivo che secerne la cute canina per proteggersi dagli agenti esterni. 

MI SERVONO ALTRI STRUMENTI PER LAVARE IL MIO CANE?

Oltre allo shampoo, servono spugna, pettine, cotone, un asciugamano e, ovviamente il phon. Il pettine servirà prima di lavare Fido, per sciogliere i nodi che si creano nel pelo, soprattutto se quest’ultimo è lungo. Il cotone idrofilo, invece, è necessario per la pulizia delle orecchie

COME PROCEDO CON IL LAVAGGIO?

La cosa più importante è la temperatura dell’acqua: deve essere tiepida, sia per evitare le scottature che i brividi di freddo. Quindi, dopo averlo bagnato, si deve procedere con lo shampoo: non va tralasciata nessuno parte del corpo, evitando però le zone sensibili come gli occhi. Fatto ciò, inizia la fase del risciacquo, fatta anche quest’ultima con precisione. 

QUAL È IL MODO MIGLIORE PER ASCIUGARE IL CANE DOPO IL LAVAGGIO?

Appena dopo il lavaggio tamponate il pelo con l’asciugamano. Successivamente munitevi di pazienza e accendete il phon: asciugare bene il pelo è fondamentale. Se rimane umido, infatti, Fido potrebbe prendersi un raffreddore; ma attenzione: l’aria del phon non deve essere troppo calda, i cani infatti si scottano più facilmente di noi esseri umani.  

Scopri anche altri consigli sul nostro Pet Magazine!