Consigli per il cane

DERMATITE NEL CANE: QUALI SONO LE CAUSE E I RIMEDI?

La dermatite è tra le malattie cutanee più frequenti nel cane. Alla base del processo infiammatorio possono concorrere varie cause, dalle allergie alimentari all'aggressione di alcuni parassiti. La sintomatologia è in genere specifica, caratterizzata da irritazione e prurito della cute e, nei casi più severi, può evolvere in estesi arrossamenti, croste ed eczemi. Esaminiamo nel dettaglio i segni clinici, le cause e le diverse forme di dermatite nel cane, compresi i trattamenti più efficaci.

dermatite cane
dermatite cane

SINTOMI DELLA DERMATITE NEL CANE

Il sintomo principale della dermatite nel cane è il prurito. Quando l'animale è affetto da dermatite tenderà quindi a grattarsi e a leccarsi in maniera eccessiva per trovare sollievo, concentrandosi perlopiù in un punto particolare della cute. Le aree maggiormente colpite sono l'addome, le zampe e le orecchie. La zona interessata potrà mostrarsi arrossata, desquamata ed essere soggetta alla formazione di pustole e vescicole. Si assiste spesso anche alla perdita di pelo e il manto circostante può apparire unto. Se il prurito è particolarmente intenso, il nostro amico a quattro zampe può arrivare a provocarsi ferite e sanguinamenti, dando vita a vere e proprie ulcere e piaghe della pelle.

CAUSE DELLA DERMATITE NEL CANE

Le cause della dermatite nel cane sono molteplici e variegate. Tra le più comuni, ricordiamo:

  • Parassiti e insetti: durante l'attacco, alcuni insetti iniettano sotto la cute dell'animale una piccola quantità di sostanza che genera infiammazione;
  • Allergie e intolleranze alimentari: il consumo di particolari alimenti può determinare una reazione allergica e innescare la dermatite. Spesso il disturbo si accompagna a sintomi gastrointestinali, come vomito e diarrea;
  • Allergie non alimentari: anche alcune sostanze disperse nell'aria o presenti nell'habitat dell'animale possono provocare un'anomala reazione del sistema immunitario, determinando dermatite;
  • Esposizione a irritanti cutanei: alcune sostanze irritanti, sia sintetiche sia naturali, possono causare nel cane la cosiddetta dermatite da contatto;
  • Squilibri ormonali: esistono disfunzioni endocrine e immunitarie che possono dare vita a diverse patologie della cute, come alopecia e dermatite.
  • Stress: Se sottoposto a una situazione particolarmente stressante, il cane può manifestare il suo disagio grattandosi o leccandosi in maniera compulsiva, fino a determinare la sintomatologia tipica della dermatite.

DERMATITE ATOPICA NEL CANE, COME RICONOSCERLA?

La dermatite atopica è una patologia piuttosto comune nel cane. Interessa circa il 10-35% degli esemplari e, dopo la dermatite allergica da pulci, rappresenta la più frequente causa di prurito nei nostri amici a quattro zampe. 

Si tratta di una malattia dermatologica caratterizzata da una reazione infiammatoria, provocata da alcuni allergeni di natura ambientale. Tra i più comuni rientrano gli acari della polvere, le muffe e i pollini

Insorge generalmente in maniera precoce, quando il cane ha un'età compresa tra i 3 mesi e i 6 anni; può inizialmente presentarsi come un problema stagionale, per poi cronicizzarsi e manifestarsi durante tutto l'anno. Nei casi di dermatite atopica è spesso riscontrabile una predisposizione ereditaria e alcune razze, come il Pastore Tedesco, il Labrador, il Boxer, il Bulldog Francese e i Terrier, ne risultano maggiormente colpite. 

Gli animali che ne soffrono manifestano un prurito di varia intensità e localizzazione, al quale spesso si accompagnano rinitistarnuti e congiuntiviti

Le terapie sono spesso lunghe e non sempre risolutive. L'ideale sarebbe eliminare definitivamente l'allergene coinvolto. Qualora non fosse possibile, si può ricorrere alla terapia sintomatica o all'immunoterapia: nel primo caso, verranno prescritti al cane farmaci sistemici, che aiutano a controllare l'infiammazione e il prurito; l'immunoterapia consiste invece nell'iniezione ripetuta di dosi minime dell'allergene, in modo da desensibilizzare gradualmente l'animale.

DERMATITE DA PULCI NEL CANE: COS’È?

La dermatite da pulci è causata dalla puntura degli omonimi parassiti. Quando la pulce morde il cane, rilascia infatti una piccola quantità di saliva, che, in soggetti predisposti, può provocare una reazione allergica. 

La zona interessata dal morso della pulce si presenta umida, arrossata e pruriginosa, talvolta con pelo spezzato o assente. La gravità dei sintomi è strettamente correlata al grado di ipersensibilità dell'animale e, nei casi più severi, il quadro clinico può includere la formazione di papuleeritemi, cute ispessita e iperpigmentazione cutanea.

Sono purtroppo frequenti le complicazioni dovute alla comparsa di infezioni batteriche e follicoliti. I rimedi contro la dermatite da pulci non possono ovviamente prescindere dall'eliminazione definitiva del parassita. Il consiglio è quello di scegliere un antiparassitario efficace sia sul cane che sull'ambiente in cui vive, in modo da interrompere il ciclo vitale della pulce e prevenire nuove infestazioni. Potrebbe risultare utile la concomitante adozione di una terapia sintomatica, per controllare il prurito, e di eventuali trattamenti per infezioni secondarie.

La dermatite nel cane è spesso grande fonte di disagio per i nostri amici a quattro zampe. Fortunatamente, esistono diverse cure e norme comportamentali per arginare o, quantomeno, contenere questo disturbo. È tuttavia importante rivolgersi al veterinario in maniera tempestiva, affinché possa effettuare una diagnosi precisa e impostare la terapia più adatta al nostro caso.

Vuoi sapere di più sulle pulci ? Clicca qui.