OLFATTO DEI CANI: TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE

Una cosa che molte persone non sanno o a cui non fanno caso è come l’olfatto del nostro pelosetto possa essere sviluppato. Molti esperti affermano che questo sia migliaia di volte più preciso del nostro. Questo perché Fido si serve principalmente di questo senso per analizzare ciò che lo circonda, a differenza nostra che usiamo principalmente la vista.

OLFATTO DEI CANI: TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE
OLFATTO DEI CANI: TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE

Cosa rende speciale l’olfatto del cane

Nel naso di Fido è presente un’area dedicata esclusivamente a catturare gli odori, che risulta essere molto più grande di quella di una persona arrivando a misurare 130 centimetri quadrati rispetto ai 5 di un essere umano. In più grazie al suo naso umido, il cane è in grado di catturare meglio gli odori, infatti i ricettori olfattivi del nostro peloso possono essere 50 volte migliori dei nostri.  Per questa sua peculiarità, il nostro amico a quattro zampe è in grado di identificare odori vecchi anche di sei settimane e di ricordare talmente bene un odore da essere in grado di distinguerlo tra quelli simili anche dopo 3 anni. L’olfatto del nostro pelosetto è sempre attivo sia che si trovi in casa o all’esterno, inoltre questa sua capacità può essere influenzata anche dalla forma del suo muso.

Tutte queste differenze permetterebbero al nostro amichetto di essere un ottimo chef. Infatti, sarebbe in grado di riconoscere i differenti ingredienti di una zuppa, a differenza nostra che siamo in grado di riconoscerne soltanto l’aroma nella sua globalità. Secondo gli esperti, i pelosetti possono riconoscersi tra di loro, rilevare l’età, il sesso e l’umore solo attraverso un’annusata.  L’olfatto del nostro pet può essere di grande aiuto all’uomo. Infatti, con l’esperienza, i nostri amici sono persino in grado di seguire le piste di persone disperse.

Come si sviluppa l’olfatto del nostro amichetto

Il nostro pelosetto inizia a sviluppare questi sensi già dal momento in cui nasce; infatti, il cucciolo inizia da subito a catalogare gli odori, in modo da imparare a orientarsi e a comprendere come comportarsi quando li incontra.

Anche se l’olfatto del cane ha uno sviluppo indipendente da qualsiasi attività esterna, portarlo in luoghi diversi in cui può sperimentare fragranze diverse, potrebbe aiutarlo ad accentuare ulteriormente questa sua capacità. Il nostro amico a quattro zampe impara a conoscere un ambiente avvicinandosi con il naso ai vari elementi che ne fanno parte, come un palo della luce o un muretto, dove magari altri cani hanno già marcato precedentemente il territorio.

Ora che conoscete qualcosa in più sul mondo del cane, scoprite altre curiosità e utili consigli sul nostro Pet Magazine!


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: