Parassiti del cane

PASSEGGIATE IN MONTAGNA: COME PROTEGGERE AL MEGLIO IL CANE DALLE ZECCHE

Trascorrere una giornata in montagna con il proprio amico a quattro zampe è un’esperienza indimenticabile per tutta la famiglia, a partire dal viaggio in auto: questa destinazione, infatti, è la meta perfetta per i cani se vogliamo lasciarli liberi di correre, esplorare il territorio e giocare all’aria aperta. Tuttavia, anche una passeggiata in montagna in pieno relax e divertimento potrebbe celare alcuni rischi per Fido: le zecche. Durante la passeggiata in alta quota, il cane potrebbe infatti diventare la vittima di questi ospiti indesiderati, soprattutto durante la stagione estiva, il periodo di massima attività di questo parassita. 

PASSEGGIATE IN MONTAGNA: COME PROTEGGERE AL MEGLIO IL CANE DALLE ZECCHE
PASSEGGIATE IN MONTAGNA: COME PROTEGGERE AL MEGLIO IL CANE DALLE ZECCHE

COS’È UNA ZECCA?

Le zecche sono parassiti esterni, dalle dimensioni che variano, a seconda della specie e dello stadio di sviluppo, da qualche millimetro ad un centimetro. La zecca presenta un corpo tondeggiante e un capo, munito di un apparato boccale, in grado di penetrare la cute dell’ospite per compiere il pasto di sangue. Per quanto riguarda l’habitat, tali parassiti prediligono le temperature miti e gli ambienti umidi e ombreggiati, nei quali si appostano in attesa del passaggio della vittima e, quando ne rilevano la presenza, vi si insediano. Le zecche, oltre a provocare prurito locale, possono anche trasmettere al cane pericolose patologie, come la malattia di Lyme, l’ehrlichiosi e la babesiosi. 

Le principali specie che infestano il cane sono:

  • Rhipicephalus sanguineus, comunemente nota come zecca bruna del cane, è la più diffusa. Caratterizzata da una forte capacità di adattamento, questo parassita può sopravvivere anche in zone rurali. Il cane è suo ospite primario, ma può nutrirsi anche del sangue di altri mammiferi, tra cui l’uomo. 
  • Ixodes ricinus, nota anche come la zecca dei boschi, è una specie di zecca che, come si evince dal nome, vive abitualmente nelle zone boschive. Nonostante le larve attacchino solo uccelli e piccoli roditori, le zecche dei boschi adulte possono nutrirsi anche del sangue di diversi mammiferi, come cani ed esseri umani.

COME POSSO PROTEGGERE IL MIO CANE DALLE ZECCHE?

Il pericolo delle zecche non deve essere un limite e non può essere il motivo di rinuncia ad una rilassante passeggiata in montagna con il vostro piccolo amico a quattro zampe. Prendersi cura della salute e del benessere di Fido, proteggendolo dai parassiti, deve sempre essere di primaria importanza. Per farlo, scegliete un prodotto efficace e di lunga durata, cioè un antiparassitario studiato non solo per prevenire l’infestazione delle zecche, ma anche di eliminare gli ospiti indesiderati dall’ambiente in cui vive il cane. Ad esempio, una soluzione spot-on specifica per i cani potrebbe essere la soluzione migliore: questa tipologia di prodotto, infatti, è efficace per il trattamento e la prevenzione di infestazioni di zecche e pulci, ma è repellente anche contro pappataci, mosche cavalline e zanzare. 

Visita il nostro Pet Magazine e scopri altri consigli per proteggere il tuo animale domestico.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: