Pulci

I problemi e la prevenzione

 

Le pulci del cane e del gatto sono piccoli, quasi invisibili insetti che possono infestare i cani e i gatti e depositarsi nella casa dove gli animali vivono, dando il via a un circolo vizioso di morsicature e prurito. Le pulci possono inoltre causare alcune pericolose malattie nei cani e nei gatti, tra cui la dermatite allergica da pulci.

 

I problemi causati dalle pulci

Le pulci possono essere portatrici delle seguenti malattie nei cani e nei gatti:

MALATTIA DA GRAFFIO DI GATTO


I gatti non manifestano generalmente segno di questa malattia ma possono trasmetterla all’uomo. Le persone colpite presentano una pustola nella sede di infezione, febbre moderata.

RICKETTSIOSI


I gatti affetti possono non mostrare alcun sintomo ma essere tuttavia in grado di trasmettere questa malattia all’uomo. Le persone colpite possono presentare cefalea, febbre, sintomi neurologici.

Peste

Nel gatto e nell’uomo osservano tre forme cliniche: bubbonica, setticemica e polmonare. La forma bubbonica è la più comune nel gatto ed è caratterizzata da febbre elevata, disidratazione.

Dermatite allergica da pulci (DAP)

La malattia viene innescata dalla saliva depositata nella cute del cane o gatto durante il morso. A causa del prurito, l’animale può grattarsi causando la comparsa di croste o tumefazioni.

Tenie

Cani e gatti possono presentare prurito anale, ma anche essere asintomatici. Può essere infestato anche l’uomo, in modo asintomatico o con prurito anale e presenza dei segmenti della tenia nelle feci.

Anemia

L’anemia può manifestarsi nei cani e gatti di tutte le età, ammalati o infestati da molte pulci. I principali sintomi dell’anemia sono pallore delle mucose orali, la debolezza, letargia.

Il ciclo di vita

Le pulci possono infestare l’animale e l’ambiente durante tutto l’anno, ma solitamente la popolazione di questo insetto ha la massima espansione circa 5-6 settimane dopo l’inizio della stagione tiepida. Il problema dell’infestazione dell’ambiente non è dovuto solo alle pulci adulte ma anche a uova, larve e pupe che si disperdono nell’ambiente in cui vive il cane e che sono invisibili ad occhio nudo.

LE UOVA

Una singola pulce femmina è capace di deporre circa 2000 uova in tutta la sua vita e fino a 30-50 uova in un solo giorno. Le uova di pulce, non potendosi attaccare all’animale, cadono rapidamente a terra in varie parti della casa e si schiudono entro 2-5 giorni dalla deposizione.

LE LARVE

Dopo la schiusa, le larve si dirigono verso le zone buie della casa e si nutrono delle feci delle pulci adulte, formate dal sangue parzialmente digerito del cane di cui gli insetti adulti si nutrono. Le larve crescono, mutano due volte e in un arco di tempo di 1-2 settimane formano un bozzolo all’interno del quale si trasformano in pupe.

LE PUPE

Le pulci trascorrono circa 8–9 giorni nel loro bozzolo. In questo periodo di tempo, continuano a crescere fino a diventare adulte, in attesa del segnale che è tempo di emergere.

GLI ADULTI

Dall’interno del bozzolo , le pulci adulte percepiscono il calore, le vibrazioni e il diossido di carbonio esalato che indicano che un cane è nelle vicinanze. In questo caso le pulci lasciano il bozzolo, salgono sul cane, effettuano il pasto di sangue e rapidamente si riproducono. In assenza di un animale, le pulci adulte possono rimanere nell’ambiente, all’interno del bozzolo fino a un anno.

Da dove vengono le pulci del cane?

Una passeggiata al parco o una gita in un prato con il nostro cane sono spesso sufficienti per aprire la porta della nostra casa alle pulci: l’ambiente, infatti, svolge un ruolo fondamentale nel ciclo di questo insetto.
Le pulci adulte vivono esclusivamente sul cane e sul gatto, mentre nell’ambiente si svolge il resto del loro ciclo, costituito dalle forme immature (uova, larve e pupe). In assenza di un animale da infestare, le pulci possono rimanere nell’ambiente, protette all’interno del bozzolo, fino a un anno.
Ecco allora che, perché il nostro cane, se non adeguatamente protetto, può essere infestato dalle pulci: è sufficiente che si trovi dove settimane o pochi mesi prima sia passato un animale infestato da pulci. Queste, infatti, avranno deposto delle uova, che nel frattempo saranno divenute pupe, rimaste in attesa del passaggio di un ospite.

 

Prevenzione e Trattamento

Le pulci sono difficili da vedere ad occhio nudo, ma è facile capire quando sono presenti grazie ad alcuni segnali d’allarme:

PUNTINI NERI
Le pulci sul cane o gatto possono essere identificate per via di puntini neri sul pelo. Se rinvenuti, è possibile utilizzare un pettine per pulci o un tovagliolo di carta bianco per eliminarli. 
 
Pettine per pulci
Far scorrere il pettine nel pelo dell’animale, fino a raggiungere la cute. Eventuali puntini neri presenti sul pettine possono essere le feci delle pulci. Se sul pettine si rinvengono direttamente le pulci, immergerle in una ciotola di acqua e sapone prima che possano allontanarsi o saltare nuovamente sull’animale. 
 
Tovagliolo di carta bianco
Porre un tovagliolo di carta bianco sotto l’animale e sfregare il pelo con le mani. Le eventuale particelle nere che compaiono sul tovagliolo possono essere le feci delle pulci.

Se compaiono questi segnali d’allarme, consultare il proprio veterinario.

AGITAZIONE/PRURITO
Un cane o gatto infestato dalle pulci spesso diviene molto nervoso, si agita per il prurito e si gratta eccessivamente.

 

In caso di sospetta infestazione ambientale da forme immature delle pulci del cane (uova, larve e pupe) è consigliabile seguire alcuni accorgimenti:

Utilizzare l'aspirapolvere

Utilizzare spesso un aspirapolvere per rimuovere il maggior numero possibile di forme immature nelle zone frequentate dall’animale (tappeto, divano).

Lavare

Lavare regolarmente materassini, coperte utilizzate dall’animale.

Il giardino

Falciare il prato e raccogliere le foglie e i rami tagliati.

FRONTLINE TRIACT

elimina le pulci in 6 ore

FRONTLINE TRI-ACT protegge dalle pulci (C. felis, C. canis) e previene le infestazioni  da pulci per 4 settimane.

NON USARE NEI GATTI E NEI CONIGLI. Leggere attentamente il foglio illustrativo. Tenere fuori dalla portata dei bambini e usare particolare attenzione finché il sito di applicazione non sia asciutto. Non utilizzare nei cuccioli di età inferiore alle 8 settimane o di peso inferiore a quello indicato per ogni confezione. L’uso scorretto può essere nocivo. È un medicinale veterinario, chiedi consiglio al tuo veterinario. Aut. Pub. 12/VET/2019

FRONTLINE COMBO SPOT-ON GATTI

per trattare il tuo gatto e per prevenire l’infestazione della casa dopo l’applicazione sull’animale

Applicato regolarmente ogni 4 settimane sui gatti di casa, Frontline Combo uccide gli stadi adulti, gli stadi, larvali e le uova delle pulci prevenendo così l’infestazione dell’ambiente di vita.

Leggere attentamente il foglio illustrativo. Tenere fuori dalla portata dei bambini e usare particolare attenzione finché il sito di applicazione non sia asciutto. Non utilizzare nei gattini di età inferiore alle 8 settimane e/o con un peso inferiore a 1 Kg. Non utilizzare in furetti di età inferiore ai 6 mesi. Non usare nei conigli. L’uso scorretto può essere nocivo. È un medicinale veterinario, chiedi consiglio al tuo veterinario. Aut. Pub. 12/VET/2019

© 2019 | Tutti i diritti riservati - Boehringer Ingelheim Animal Health Italia S.p.A. - Via G. Lorenzini, 8 - 20139 Milano
Capitale Sociale: Euro 2.143.360,00 int. vers. Codice Fiscale e numero di Iscrizione al Registro Imprese Milano 00221300288 P.IVA 11284400154 REA n. 1453256 - PEC mailto:BIAHitalia@legalmail.it 
Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento della C.H. Boehringer Sohn AG & Co.KG - Società con socio unico