Parassiti del cane
Parassiti del gatto
Parassiti in casa

PULCI E ZECCHE NEL GIARDINO DI CASA, COME PROTEGGERE I PROPRI ANIMALI

PULCI E ZECCHE NEL GIARDINO DI CASA, COME PROTEGGERE I PROPRI ANIMALI
PULCI E ZECCHE NEL GIARDINO DI CASA, COME PROTEGGERE I PROPRI ANIMALI

 

La condizione ottimale per un animale è, ovviamente, quella di poter disporre di uno spazio aperto in cui giocare e correre. Un giardino può quindi rappresentare per il tuo cane o gatto una piccola oasi verde, nella quale l’amico a quattro zampe potrà sentirsi a proprio agio nella nuova dimensione domestica. Tuttavia, per quanto il giardino possa rendere molto felice il tuo animale, può comportare anche alcuni rischi. In primis, le zecche e le pulci. Questi parassiti, infatti, si trovano solitamente nei parchi, negli spazi aperti e nei giardini, per l’appunto. Ma anche la tua casa potrebbe rivelarsi un ambiente adatto ad ospitarle: è proprio per questo motivo che è necessario proteggere i propri amici a quattro zampe dalle zecche e dalle pulci, in quanto potrebbero, involontariamente, portare i parassiti dentro casa.

La prevenzione è fondamentale: la pericolosità dei parassiti, infatti, è legata soprattutto alla possibilità di determinare la trasmissione di importanti patologie, tra cui si ricordano la malattia di Lyme e la babesiosi. Inoltre, se non adeguatamente curati, gli animali possono divenire “ospiti amplificatori”, contribuendo quindi all’aumento del tasso riproduttivo dei parassiti e alla loro diffusione nell’ambiente, ovvero il tuo giardino e la tua abitazione. 

Quindi, come proteggere il proprio animale dai parassiti presenti nel giardino?

  • In primis, ispezionare l’animale quotidianamente: è importante, in merito a questo, sottolineare che le zone in cui solitamente le zecche si localizzano sono il muso, sul bordo e all’interno del padiglione auricolare, le ascelle e l’addome. Riconoscere le pulci, invece, è un po’ più difficile: sono infatti parassiti piccolissimi e, quindi, difficili da vedere nel manto dei cani o dei gatti. Tuttavia, esistono dei campanelli d’allarme che indicano la presenza di questi parassiti: le loro feci tra il pelo, che si riconoscono in quanto si presentano come piccoli puntini neri; oltre a questo, ovviamente, anche il comportamento anomalo dell’animale è un segno della presenza delle pulci: i loro morsi, infatti, costringeranno l’animale a grattarsi.
  • Nel caso in cui anche la cuccia del cane sia all’aperto, è consigliabile ispezionare frequentemente anche quest’ultima, ricordando che un buon antiparassitario agisce sia sull’animale che nell’ambiente in cui vive, quindi anche la cuccia.
  • I primi due punti sono importanti, ma l’operazione fondamentale per proteggere il proprio animale dalle zecche e dalle pulci è quello di trattarlo con un antiparassitario. Il prodotto giusto dovrà trattare e prevenire le infestazioni dai parassiti, in modo da permettere ai piccoli amici a quattro zampe di divertirsi all’aperto senza più preoccuparsi di questi ospiti indesiderati. 

Questi piccoli accorgimenti assicureranno un ambiente sicuro sia per gli animali che per tutta la famiglia. Scopri anche altri consigli utili sul nostro Pet Magazine!


TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: