Consigli per il cane

TOELETTATURA PER CANI FAI DA TE IN 8 STEP

A differenza del gatto, più autonomo nelle operazioni di pulizia, il cane è spesso veicolo di sporcizia, cattivi odori e parassiti: dedicarsi alla toelettatura dei cani che condividono i nostri ambienti domestici diventa quindi un'indispensabile norma igienica. Non sai da dove iniziare? Scopri come prenderti cura del tuo amico a quattro zampe in 8 semplici passaggi.

TOELETTATURA PER CANI FAI DA TE IN 8 STEP
TOELETTATURA PER CANI FAI DA TE IN 8 STEP

FASE 1: SPAZZOLATURA

Spazzola il cane con una certa regolarità, per rimuovere lo sporco più grossolano e prevenire la formazione di grovigli di pelo. Inizia dalla zona del collo e spostati lungo il resto del corpo, passando per zampe, dorso e coda. Cerca di essere molto delicato a livello dell'addome, un'area che nel cane è particolarmente sensibile. Se l'animale è a pelo corto, puoi spazzolarlo una volta a settimana, servendoti di una spazzola con denti di plastica, una striglia in gomma o un guanto apposito. Gli esemplari a pelo lungo vanno invece spazzolati quotidianamente e con strumenti specifici, come una spazzola cardatrice o un pettine a rastrello.

FASE 2: RIMOZIONE DEI NODI OSTINATI

Se durante la spazzolatura trovi dei nodi di pelo che non riesci a districare, puoi tagliarli o tosarli. Fai molta attenzione, soprattutto nel caso in cui i nodi si trovino vicino alla cute dell'animale.

FASE 3: PULIZIA DEGLI OCCHI

La pulizia della zona perioculare è un passaggio fondamentale nella toelettatura del cane, indispensabile per la prevenzione di congiuntiviti e altre infezioni. Per rimuovere le secrezioni oculari, tampona delicatamente la zona interessata con una garza inumidita con un po' di acqua e ben strizzata, senza strofinare. Meglio non usare l'ovatta, che potrebbe facilmente sfibrarsi e rimanere impigliata nel pelo del cane, causando irritazione all'occhio.

FASE 4: PULIZIA DELLE ORECCHIE

È importante eliminare ogni traccia di cerume o sporcizia dalle orecchie del cane. Per farlo, immergi un batuffolo di cotone nell'apposita soluzione disinfettante, strizzalo e tamponalo delicatamente nella parte interna del padiglione auricolare dell'animale, avendo cura di non andare troppo in profondità e di non esercitare una pressione eccessiva.

FASE 5: PULIZIA DEI DENTI

Quello con lo spazzolino dovrebbe essere un appuntamento quotidiano, irrinunciabile per mantenere in buona salute denti e gengive. Per curare l'igiene orale del cane, applica sul dito un piccolo quantitativo di dentifricio apposito, quindi spalmalo sui denti dell'animale; infine, strofina delicatamente i denti con una garza o uno spazzolino da dito. Procurati un dentifricio specifico per cani: quelli utilizzati dall'uomo contengono infatti fluoro, una sostanza tossica e potenzialmente letale per il nostro amico a quattro zampe.

FASE 6: TAGLIO DELLE UNGHIE

Se le unghie del cane sono troppo lunghe possono creare diversi problemi, persino danneggiare le articolazioni e alterare la postura. Quando le unghie toccano il suolo, è giunto il momento di tagliarle: prima di iniziare, cerca di individuare il punto in cui inizia la polpa, quindi, servendoti di una tronchesina per cani, taglia le unghie di pochissimo (circa 1,5 mm), procedendo a piccoli passi. Se hai preservato la polpa dell'unghia, non ci sarà traccia di sanguinamento; in caso contrario, intervieni subito, applicando della polvere emostatica sulla ferita.

FASE 7: LAVAGGIO

In un buon programma di toelettatura per cani, non può mancare un lavaggio completo. Immergi il tuo amico a quattro zampe in una vasca con acqua tiepida e bagnalo interamente. Quando è ben impregnato d'acqua, applica uno shampoo specifico sul pelo del cane e, usando le mani o una spugna morbida, massaggialo su tutto il corpo, fatta eccezione per le zone della testa e del muso, per evitare che l'acqua possa accidentalmente finire negli occhi e nelle orecchie dell'animale. Risciacqua con cura il cane fino a eliminare qualsiasi residuo di shampoo.

FASE 8: ASCIUGATURA

L'ultimo step della toelettatura dei cani consiste nell'asciugatura del pelo. Al termine del lavaggio, stendi sul dorso del cane un asciugamano asciutto e pulito, preferibilmente in microfibra o in un altro tessuto particolarmente assorbente; tamponalo quindi sul corpo dell'animale, fino ad assorbire l'acqua in eccesso. Finisci di asciugare il manto con il phon: tienilo a una temperatura e a una distanza adeguati, per non rischiare di bruciare la delicata cute del cane.

Con gli strumenti giusti e un po' di organizzazione, la toelettatura del cane può addirittura trasformarsi in una piacevole routine. Per rendere l'esperienza meno stressante, sii attento alle esigenze dell'animale: concedigli qualche sosta, ma soprattutto elogialo, coccolalo e premialo. Il tuo amico a quattro zampe apprezzerà tutto l'affetto e la dedizione che saprai dimostrargli.